Tutti gli articoli di Andrea Venturi

Mining di criptovalute sul tuo sito personale

Negli ultimi mesi si sente sempre più parlare di criptovalute e dei possibili alti guadagni che si possono raggiungere. Per entrare in possesso di criptovaluta ci sono due possibili soluzioni: acquistarla pagandola con soldi veri oppure attraverso il mining.

Dal punto di vista tecnico il processo di mining non è altro che un’operazione di hashing inverso: determinare un numero (nonce) tale per cui l’hash SHA-256 di un insieme di dati rappresentante il blocco sia inferiore a una soglia data. Questa soglia, chiamata difficoltà, è ciò che determina la natura concorrenziale del mining di criptovaluta: più potenza di calcolo viene aggiunta alla rete bitcoin e più questo parametro aumenta, aumentando di conseguenza il numero di calcoli mediamente necessari a creare un nuovo blocco e aumentando quindi il costo di creazione dello stesso, spingendo i nodi a migliorare l’efficienza dei loro sistemi di mining per mantenere un bilancio economico positivo. [fonte: Wikipedia]

Per diventare un miner è sufficiente un computer collegato ad internet, tuttavia, affinchè il mining sia efficiente, è praticamente obbligatorio utilizzare hardware dedicato. Questa strada richiede un costo iniziale di qualche migliaio di Euro per acquistare una macchina dedicata e successivamente una spesa continuativa per il consumo di energia elettrica.

Negli ultimi anni l’hashrate è aumentato esponenzialmente cosa che rende sempre piú difficile risolvere i blocchi come persona singola, rendendo così estremamente difficile ricevere il pagamento del premio, per compensare tutte queste difficoltà sono state create le Mining Pool.
Una mining pool è un insieme di persone che minano mettendo assieme le loro forze per aumentare la loro percentuale di hashrate. Così facendo la probabilità di trovare un blocco cresce in positivo a causa dell’alto livello di hashrate usato per processare un blocco piú velocemente.
Continua la lettura di Mining di criptovalute sul tuo sito personale

Utilizzare l’estensione DOTNET di PHP

Il linguaggio PHP riserva sempre numerose sorprese tra cui estensioni poco note e/o con scarsa documentazione ed esempi. Una di queste si chiama COM and .Net e consente una incredibile interoperabilità ed espansione dei casi d’uso del linguaggio.

Questa estensione consente di utilizzare all’interno di uno script PHP le funzionalità messe a disposizione da un oggetto COM, che può essere una DLL scritta da noi stessi oppure da un’applicazione presente sul server, ad esempio Microsoft Word.
Continua la lettura di Utilizzare l’estensione DOTNET di PHP

Arduino, Android e Bluetooth: costruire un’auto telecomandata

Dopo mesi di inattività ho ripreso in mano il mio primo progetto con Arduino e ho deciso di evolverlo in qualcosa di più interattivo, così ho creato un auto telecomanda via Bluetooth da uno smartphone Android.

Questo progetto quindi mi ha richiesto lo studio (in realtà meno approfondito di quando mi aspettassi) della piattaforma mobile di Google.

Per rendere tutto più semplice ho deciso di utilizzare il toolkit Amarino, che permette la comunicazione tra Android e Arduino via Bluetooth, mettendo a disposizione due librerie, una per parte.

L’applicazione Android che funge da telecomando ha due modalità di controllo: tramite pulsanti oppure tramite i sensori di accelerazione dello smartphone (in base all’inclinazione viene inviato un segnale).
Continua la lettura di Arduino, Android e Bluetooth: costruire un’auto telecomandata

Allarme di bassa tensione – Low Voltage Alarm

Durante il testing del mio robot evita ostacoli ho inavvertitamente danneggiato irreparabilmente la batteria che utilizzavo come alimentazione.

Per evitare di commettere lo stesso costoso errore in futuro ho costruito (con qualche suggerimento esterno) un circuito di allarme che monitora il livello di tensione della batteria.
Continua la lettura di Allarme di bassa tensione – Low Voltage Alarm

Arduino + Lego = Robot evita ostacoli – Obstacle avoidance robot

Come primo progetto per scoprire la potenza e la semplicità di Arduino ho deciso di costruire un piccolo robot in grado di muoversi ed evitare gli ostacoli in completa autonomia.
Fin dalle scuole superiori sono stato affascinato dal mondo dell’elettronica ed inoltre la mia passione (e anche mestiere) è programmare, sono riuscito a combinare entrambe le cose in questo progetto.
Come prima cosa mi sembra giusto dire che per sviluppare questo robot sono necessari un minimo di conoscenze di elettronica, nonchè un pò di manualità ed ingegno per risolvere i vari problemi che si possano presentare.

Volendo descrivere brevemente il mio progetto sono presenti quattro componenti principali:

  1. Arduino, il cervello del sistema
  2. il motore che fa muovere il robot e il motor driver per controllare il motore (verso e velocità)
  3. lo sterzo e il servo comando per cambiare direzione
  4. sensore di prossimità, per rilevare gli ostacoli

Continua la lettura di Arduino + Lego = Robot evita ostacoli – Obstacle avoidance robot

jQuery plugin: Popup Checkbox List

Vi è mai capitato di avere, all’interno di un form, una lista interminabile di checkbox per la stessa scelta?
Graficamente l’aspetto della pagina ne risente notevolmente e anche l’utente finale può sentirsi scoraggiato dal compilare un modulo apparentemente molto lungo.
Per risolvere questo problema ho creato un plugin per jQuery che rende possibile mostrare in una finestra modale l’elenco di checkbox interessato, in maniera da compattare la lunghezza del form, nel quale vengono mostrare solo le scelte effettuate.
Continua la lettura di jQuery plugin: Popup Checkbox List

Form Builder: rilasciata la versione 1.4

Continua lo sviluppo di questa libreria, di cui ho fatto il mio cavallo di battaglia!
Per chi non l’ha mai vista in azione ecco qui il link alla guida iniziale della prima versione: Form Builder v1.0

Nuove funzionalità

Con il susseguirsi delle versioni sono state introdotti diversi miglioramenti tra cui:

  • plugin TinyMCE
  • prevenzione degli attacchi di tipo CSRF (Cross-site request forgery)
  • campo composto da un elenco di checkbox (con popolamento valori da DB e PHP)
  • possibilità di raggruppare le voci all’interno dei select box (tag <optgroup>)
  • formattazione automatica dei numeri decimali
  • possibilità di avere dei campi con una maschera di inserimento (ad es. date, orari)
  • il codice HTML generato è più facile da utilizzare con gli stili CSS

Continua la lettura di Form Builder: rilasciata la versione 1.4

Processing.js: creare una piantina per la prenotazione di posti in HTML5

Una delle potenzialità più interessanti di HTML5 è l’introduzione dell’elemento Canvas, il quale permette di effettuare un rendering dinamico di immagini tramite un linguaggio di scripting.
Per sfruttarlo al massimo, sono nate numerose librerie Javascript che ne semplificano l’utilizzo, tra cui Processing.js

Processing.js è un progetto imparentato con il più popolare linguaggio di programmazione visuale Processing.
Questa libreria permette di scrivere codice in linguaggio Processing e visualizzare il risultato su una pagina web: la magia avviene trasformando il sorgente in codice Javascript.

In seguito ad un progetto su cui ho lavorato recentemente, ho pensato di sviluppare una demo più vicina alla realtà rispetto agli esempi che si possono trovare sul sito ufficiale.

Utilizzando questa tecnologia, ho creato la piantina di un teatro, sulla quale è possibile selezionare i posti per effettuare la prenotazione di uno spettacolo.
Continua la lettura di Processing.js: creare una piantina per la prenotazione di posti in HTML5

Inserire codice Javascript in un file Pdf utilizzando Zend_Pdf

Tra le numerose librerie dello Zend Framework, è presente una molto interessante che permette di creare e manipolare file in formato PDF, chiamata Zend_Pdf.
Navigando tra la documentazione si possono trovare i metodi setJavascript e getJavascript, che in linea teoria permetterebbero di inserire codice Javascript all’interno del documento PDF.
Forse non tutti sanno che Adobe Acrobat a partire dalla versione 7, consente l’utilizzo di questo linguaggio di scripting per rendere dinamici e personalizzare i file PDF.
Continua la lettura di Inserire codice Javascript in un file Pdf utilizzando Zend_Pdf